sabato 8 dicembre 2012

“La vista è, di tutti i nostri sensi, quella che ci fa acquisire più conoscenze”




Alla comprensione della conoscenza sono di aiuto soprattutto due sensi, cioè: la vista e l’udito, uno dei quali serve per l’invenzione, la vista, e l’altro per l’insegnamento, l’orecchio” (S. Th., I-II, q. 79, a. 3 co).

lunedì 5 novembre 2012

Esortazione alla responsabilità per il bene del prossimo




S. Agostino commenta i versetti 4-12 del capitolo 4 dell’epistola di Giovanni in cui si afferma che Dio è amore: nel consegnare Gesù al sacrificio della croce, Dio ha rivelato ciò che Egli è: Amore. Paradossalmente, pensandoci, anche Giuda, ha consegnato Gesù alla morte, tuttavia il suo fu un gesto dinfedeltà. È stato allora Dio infedele a suo Figlio? No, reagisce Agostino!

giovedì 25 ottobre 2012

Nel giorno di s. Martin de Porres, marcia silenziosa a Roma dal tema: “Nessuna Persona è clandestina su questo pianeta”



Per celebrare una personalità di profonda sensibilità umana, attualissimo testimone dellamore per il prossimo e dellattenzione ai diritti umani, Patrono della Giustizia Sociale, la Commissione Nazionale di Giustizia Pace Creato della Famiglia Domenicana, in collaborazione con la Commissione Domenicana Internazionale Giustizia e Pace, organizza, nel giorno della ricorrenza festiva del religioso Domenicano, il 3 Novembre p.v., una marcia silenziosa nella suggestiva cornice del cuore di Roma, con a tema: Nessuna Persona è clandestina su questo pianeta

domenica 21 ottobre 2012

Per una Teologia comunicativa




Innamorati della bellezza spirituale, ci ricorda s. Agostino (Regula ad servos Dei, 8, 1) e, non senza stupore, ci poniamo alla ricerca di un messaggio centrato sui valori più profondi e sugli aspetti più umani della vita, a incominciare dalla comunicazione, muovendo da Colui che ci dona la vita, unendoci alla Sua umanità, frammento incommensurabile per la salus animarum, nell’anno dedicato alla contemplatio e quaestio della fede, germoglio nell’intelletto per una sana conoscenza dell’Infinito che parla e ci parla.

mercoledì 10 ottobre 2012

Dell’attualità sociale e politica di S. Caterina da Siena si è discusso al Convegno Provinciale dei Laici Domenicani




Nella mirabile cornice del Centro Mater Divinae Gratiae delle Suore di Santa Dorotea di Cemmo, Brescia, si è svolto dal 28 al 30 settembre 2012, il Convegno Provinciale dei Laici Domenicani. Il tema su cui si è discusso è stato: “Predicazione domenicana al femminile: S. Caterina da Siena. Dinamicità ed analogie tra il suo tempo e il nostro”.

mercoledì 26 settembre 2012

Minaccia alla vita e alla libertà: appello contro la giornata mondiale per l'aborto




Il diritto alla vita è un bene indisponibile e inalienabile, non si può pertanto rimanere indifferenti e non reagire a quanto si sta per proporre. La Campagna Voglio Vivere, auspica che quante più possibili associazioni “pro-life” denuncino la gravità della Giornata mondiale per l’aborto “accessibile, legale e sicuro” indetta, per venerdì 28 settembre p.v., dai movimenti abortisti di tutto il mondo. 

lunedì 24 settembre 2012

L’indegnità degli speculatori della politica



Com’è auspicabile il progresso costruttivo di un paese, il suo sviluppo economico quando ci si distacca dalla realtà del quotidiano? Come non soffrire nel vedere un bene, cui appartieni e che ti appartiene, scivolare alla mercé della qualunque nell’incuria gestionale, e pensare di portarsi avanti a dispetto di tutto e di tutti? Di troppe incoerenze, frutto anche di infantili personalismi politici, dediti all’egoismo concentrico, così come al do ut des, siamo soggetti, ma perché coinvolgere tutto e tutti? 

sabato 18 agosto 2012

Uno splendido segno di devozione da ammirare: la Madonna della Cintura


Il desiderio di conoscenza nel senso del sacro interpella sempre alla comprensione per gli occhi che vedono il bello e che, incuriositi, anelano risposte. Nella straordinaria Chiesa Madre S. Maria de Plateis, di Cirò (KR), tra tante magnificenze mirabili che sono in essa custoditi, salendo per la splendida scalinata, all’entrata, sul lato sinistro del portone centrale, si può scorgere un grande quadro, imperioso, che colpisce l’attenzione per un particolare segno: la Cintura che la S. Vergine dona a s. Monica e s. Agostino. 

giovedì 16 agosto 2012

Il capolavoro della natura: mostra itinerante di Rosanna Papaianni



La mostra itinerante "Passaggi e Paesaggi", memoria e futuro del territorio calabrese, organizzata dall’Assessorato all’Urbanistica della Regione Calabria, prosegue il suo cammino espositivo nell’arte della natura, comprendendo la presenza della ricercata arte  e delle pregevoli opere di Rosanna Papaianni.

martedì 7 agosto 2012

Tenero come una mamma, forte come un diamante: t’ascolterò con il cuore Domenico di Guzmán!


L’idea di s. Domenico di formare dei predicatori che fossero seminatori di luce nelle tenebre del mondo è una grande grazia resa all’umanità. C’è bisogno che non tramonti il sole della Verità su questa terra, sempre più compiaciuta delle sue piccolezze immonde e sempre più sedotta da errori, nutrimento di vacue e inconsistenti illusioni delle generazioni umane. I figli di Domenico, l’atleta del Signore, furono sempre pronti e in prima fila nell’opporsi a ogni errore, affrontando anche per questo la morte, l’avversione, tenendo fede al motto Veritas.

lunedì 30 luglio 2012

Non lasciarci soccombere alla tentazione: sollecitazione di Caterina da Siena



Da un’esperienza di Caterina da Siena, anima pura e amante della verità, per come riferisce fr. Raimondo da Capua, suo discepolo, confessore, biografo, possiamo trarre straordinario esempio di virtuosa prova d’amore dell’abitare l’umana nostra esistenza. La benevolenza di Dio non ha limiti e nessuno è escluso dal Suo amore. Il Signore suo Dio di cui Caterina da Siena fa esperienza, è un Signore che le comunica la sua dolcezza, così come comunica, a chi Lo accoglie nel suo cuore, la Sua partecipazione per la salvezza, la salus animarum, espressione del suo amore assoluto.

domenica 29 luglio 2012

La virtù della prudenza, auriga virtutum, senso di congrua responsabilità



La dimensione anagogica, il tendere verso l’alto, che guida ogni essere umano alla ricezione delle ispirazioni dello Spirito, sollecita, in termini generali, ad ampliare gli orizzonti verso la comprensione delle virtù. Il come si deve operare per bene-dire e per bene-operare nelle nostre vite e portarle a compimento, nel momento giusto, non è questione moralmente neutrale, ma espressione propria della virtù e dell’eccellenza etica e morale. Non sapere come realizzare il bene o, pur sapendo, non realizzarlo, non è attribuibile a un errore intellettuale, ma alla mancanza di virtù.  

domenica 22 luglio 2012

La verità è legge di giustizia


S. Tommaso d’Aquino ha mostrato una particolare finezza psicologica nella parte pratica della Summa Theologiae. L’Aquinate, infatti, pur non essendo un giurista, si occupò del diritto, come filosofo e teologo, con il fine di salvare il carattere morale del diritto e dell’ordine giuridico, problema questo tra i più importanti della filosofia del diritto. Diritto naturale, legge naturale e verità sono una identica cosa. Senza verità anche il diritto diventa privo di giustizia e di moralità; anche la verità è, infatti, legge di giustizia (S. Th., I, q. 21, a. 2).

venerdì 20 luglio 2012

Lunga vita al principe del pontino: il boss topino!


 
C’era una volta, ma parliamo dell’oggi, in una ridente cittadina, un topino che, quatto quatto, lesto lesto, fiero e indomito si dilettava a girovagare per i viali del suo quartiere. Coraggioso come pochi, sicuro del suo cammino di passeggio se ne andava a visitare ora quella ora quell’altra dimora, e a deliziare i suoi spostamenti con le solite ruberie per saziare il dolce palato e il suo tenero pancino.

mercoledì 18 luglio 2012

Onere e onore dei cristiani in politica



Giorgio La Pira, in una lettera a Pio XII, scrisse: “La politica è l’attività religiosa più alta, dopo quella dell’unione con Dio: perché è la guida dei popoli [...] Una responsabilità immensa, un severissimo e durissimo impegno che si assume. La politica è guidata non dal basso, ma dall’alto: nasce da una virtù di Dio e si alimenta di essa, altrimenti fallisce, cade, come cade e rovina la casa costruita sulla sabbia”. 

giovedì 12 luglio 2012

Università, sorgente di impresa umanizzante


Come già disse Platone: ‘Cerca la verità mentre sei giovane, perché se non lo farai, poi ti scapperà dalle mani’. “Questa alta aspirazione, dice Benedetto XVI, incontrando all'Escorial i giovani docenti che hanno partecipato alla Gmg u.s., è la più preziosa che potete trasmettere in modo personale e vitale ai vostri studenti, e non semplicemente alcune tecniche strumentali e anonime, o alcuni freddi dati, usati solo in modo funzionale. E' doveroso tenere a mente che il cammino verso la verità piena impegna anche l'intero essere umano: è un cammino dell'intelligenza e dell'amore, della ragione e della fede”.

mercoledì 11 luglio 2012

Persona: nostalgia di trascendenza e libertà


Nel pensiero della cultura moderna si è, in qualche modo, ignorata la dimensione essenziale della persona umana: la sua trascendenza, il suo rapporto con l’Assoluto. Scriveva Paolo VI nella Populorum progressio: “L’umanesimo esclusivo è un umanesimo inumano”. Un aspetto importante dell’antropologia, principio che fonda letica tomista, è l’efficacia tra l’essere della persona e il suo agire: Agere sequitur esse.

martedì 10 luglio 2012

Responsabilità umana nelle questioni di bioetica e di giustizia sociale


Circa la nozione di responsabilità umana, congiunta all’ambito in cui si riflette sul proprio o altrui comportamento, trattiamo di quella che più compete alla capacità umana, vale a dire distinguere situazioni in cui ciò che accade implica coscienza etica delle azioni altrui.

lunedì 2 luglio 2012

L’amabile sentimento della gratitudine



I caratteri generali del linguaggio quotidiano velano profondi insegnamenti per la conoscenza filosofica dell’essere umano.  Afferma Tommaso d’Aquino: al contrario di Dio, che esprime tutto in un unico Verbo, “Noi dobbiamo esprimere frammentariamente le nostre conoscenze con molte e imperfette parole” (Super Ev. Io., cap. 1). Inoltre: “Giacché i principi essenziali delle cose sono da noi sconosciuti, spesso per significare l’essenziale, che non raggiungiamo, le nostre definizioni incidono su un aspetto accidentale” (I Sent. ds 25, q. 1, a. 1). Stimolante spunto e prospettiva, che ci aiuta a indagare circa l’amabile sentimento della gratitudine.

sabato 23 giugno 2012

La comunicativa sociale della carità


Si legge nella Caritas in Veritate: L’amore - «caritas» - è una forza straordinaria, che spinge le persone a impegnarsi con coraggio e generosità nel campo della giustizia e della pace. [...] Difendere la verità, proporla con umiltà e convinzione e testimoniarla nella vita sono pertanto forme esigenti e insostituibili di carità. Questa, infatti, «si compiace della verità» (1 Cor 13,6)”.

mercoledì 20 giugno 2012

A colloquio con S. Agostino circa l’incredibile artificio della menzogna



Un aspetto di cocente attualità sociale è quello dell’incredibile artificio della menzogna. L’umanità che anela verità, fiducia, responsabilità, si va sempre più scontrando con l’effimera insidia dell’inganno. Agostino d’Ippona, osservatore acuto delle cose di Dio e dell’uomo, ancora oggi, accanto a noi, con lungimirante attualità, illumina il percorso delle nostre vicende esistenziali, chiamandoci alla comprensione della verità, alla sua ricerca perenne. 

lunedì 11 giugno 2012

Montesinos, antesignano della Carta dei Diritti Umani: insegnamento per la modernità

La predica di Antonio Montesinos del 21 dicembre 1511 determinò una esemplare affermazione di tutela dell’essere umano nel mondo. Con la sua presa di posizione, decisa e incisiva, si è rinnovata la storia umana con un respiro di libertà, nel desiderio espresso di non tacere, piuttosto denunciare la verità, pulendo l’accaduto dei suoi tempi da soprusi inaccettabili, lesivi della dignità dell’uomo. E ritorna attuale l’esempio di legittimità negata dei più elementari diritti umani, diritti naturali, proponendo riflessioni importanti, nonché possibili analogie con la modernità.

martedì 5 giugno 2012

Il "Lauda Sion Salvatorem" di Tommaso d’Aquino


Contemplata ai vertici della poesia religiosa di ogni tempo, il Lauda Sion Salvatorem è mirabile preghiera della tradizione cristiana cattolica. In essa viene enunciato il dogma della transustanziazione e spiegata la presenza completa e reale di Cristo in ogni specie. L'autore è Tommaso d'Aquino, che la compose nel 1264, su richiesta di Papa Urbano IV quando questi stabilì la festa del Corpus Domini per tutta la Chiesa, festa che fu istituita l'8 settembre 1264 con la Bolla Transiturus de hoc mundo, in seguito al miracolo eucaristico di Bolsena.

lunedì 4 giugno 2012

Il parlato della natura nella fotografia: mostra itinerante di Rosanna Papaianni


L’espressione dell’arte fotografica, incastonata nella natura, trova la sua comunicazione efficace nell’opera creativa dell’artista Rosanna Papaianni. Può esprimersi la natura, parlare di se e di se comunicare? È dato senz’altro accessibile, ancor di più quando se ne evidenziano forme nel linguaggio espositivo. 
Perché l’arte ci dovrebbe interessare? Perché parla di noi, della nostra cultura, del nostro comunicare, della bellezza del creato.

sabato 2 giugno 2012

Armonia Naturale: consortium totius vitae


La società familiare, quella civile e quella religiosa, è indispensabile al pieno compimento della vita umana. Tuttavia ciò implica una dipendenza, relativamente a tutto ciò che è necessario alla vita umana stessa. Ogni società trova nell' "autorità" la sua armonia e peculiarità. L'armonia che ogni società realizza è un'armonia di ordine. Questo, pur essendo una forma debole di armonia, è tuttavia un'armonia vera e propria e, come tale, ha bisogno di un principio. Tale principio oggettivo è il bene comune stesso, mentre, dal punto di vista soggettivo, è una prerogativa dell'autorità essere causa dell'ordine e del dinamismo sociale, cioè principio di direzione.

martedì 29 maggio 2012

La Tenerezza dell’Umanità


Con M. L. King: “Se non potete essere un pino sulla vetta del monte, siate un cespuglio nella valle, ma siate il miglior piccolo cespuglio sulla sponda del ruscello. Se non potete essere una via maestra siate un sentiero. Se non potete essere il sole siate una stella, non con la mole vincete o fallite. Siate dunque il meglio di qualunque cosa siate. Cercate ardentemente di capire a cosa siete chiamati e poi mettetevi a farlo appassionatamente”. Per rispondere alla chiamata dell'Eterno, il pensiero deve farsi umanamente eterno.

venerdì 25 maggio 2012

L'inerzia del giusto: nocumento di amore a se stesso e al prossimo


Sosteneva Einstein: “Il mondo è quel disastro che vedete non tanto per i guai combinati dai malfattori ma per l’inerzia dei giusti che se ne accorgono e stanno lì a guardare”. Ora, se nella maggior parte della società si anela desiderio di giustizia, responsabilità, ragionevolezza, e in questa direzione opera, vi è, tuttavia, in essa, una presenza minore, che si diverte a confondere, a disincantare, ad allontanare da Colui che solo può, in ogni tempo, Dio Padre, e che vorrebbe far passare l’idea di identificare nell’ ‘uomo’ un onnipotente, determinando così povertà di spirito. 

mercoledì 23 maggio 2012

Virtuoso rispetto etico dell’ambiente



Con Sant'Agostino: “E gli uomini se ne vanno a contemplare le vette delle montagne, i flutti vasti del mare, le ampie correnti dei fiumi, l'immensità dell'Oceano, il corso degli astri, e non pensano a se stessi” (Confessioni X, 8). Ci ricorda, altresì, Aristotele che in tutte le cose della natura esiste qualcosa di meraviglioso e, non rispettarne i contenuti, significa non avere riguardo di un bene comune, necessario per la sopravvivenza degli equilibri armonici di cui la vita umana si alimenta.

venerdì 18 maggio 2012

Salus animarum: amore sconfinato



Nella Lettera a Diogneto, (6), leggiamo: “Ciò che l’anima è nel corpo, questo siano i cristiani nel mondo”. A questo si annette, in supporto, quanto il Codice di diritto canonico, can. 1752 sancisce: “La salvezza delle anime deve essere sempre nella Chiesa la legge suprema”. La salus animarum abbraccia l’intero Corpo, l’intero Popolo di Dio e chiama ogni membro dello stesso a prestare cura e attenzione alla salute e salvezza di ciascuna anima, amore sconfinato cui ogni tensione deve propendere.

mercoledì 16 maggio 2012

Alla ricerca della coscienza che salva

Per crescere in sapienza si deve ascoltare volentieri, cercare con diligenza, rispondere con prudenza e meditare attentamente”, così Tommaso d’Aquino nel suo sermone Puer Iesus proficiebat. Va da sé che l’attinenza alla coscienza, non è altro che sollecitare l'orizzonte della moralità e, soccorre il sommo poeta Dante: “Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e conoscenza”.

sabato 12 maggio 2012

Determinazione nella questione educativa: estrapolare e accrescere qualità inespresse



Einstein sosteneva: “Colui che segue la folla non andrà mai più lontano della folla. Colui che va da solo sarà più probabile che si troverà in luoghi dove nessuno è mai arrivato. I cambiamenti in atto, nella società in genere, e in quella italiana in specie, in balia di nichilismo e di relativismo, determinano urgenza a elaborare proposte educative da vocazionati educatori che nelle intenzioni dovrebbero aprire varchi capaci di superare le barriere di una cultura che appare esanime, priva di valori e di riferimenti etici, con punte di ego supponenza diseducative e irresponsabili. 

domenica 29 aprile 2012

S. Caterina da Siena, mantellata domenicana, decoro e difesa della patria e della religione


Virgulto d’amore, di ardente passione per la verità, per la giustizia, per la carità, ricorre il 29 aprile la festa della Santa, Dottore della Chiesa, Compatrona d’Italia e d’Europa.
Con la sua esperienza S. Caterina ci esorta a rinnovarci profondamente, soprattutto nello spirito, come anche, con la sua ‘politica’ raccomanda di ritrovare, nei rapporti, il senso cristiano, il bene di tutti, che è un servizio che si rende a Dio e che ritorna gratuito e copioso all'uomo.

domenica 15 aprile 2012

Virtù della Fortezza, desiderio di vigore dell'animo umano

Insegna S. Agostino: “L’amore della verità cerca la quiete della contemplazione, il dovere dell’amore accetta l’attività dell’apostolato. Se questo peso nessuno ce lo impone, dobbiamo attendere alla ricerca e all’acquisto della verità; se ci è imposto, dobbiamo accettarlo per il dovere della carità. Ma neppure in questo caso dobbiamo abbandonare il diletto della verità, perché non avvenga che, sottrattaci questa dolcezza, ci opprima quel dovere”. Tuttavia, come tutto ciò diviene comprensibile senza l’ausilio delle Virtù? Hanno esse ancora ragione d’esistere nell’attuale società?

martedì 3 aprile 2012

L’Amore che si comunica, cuore del mistero cristiano



Nel Getsemani, fuori la città vecchia di Gerusalemme, sul Monte degli Ulivi, Gesù si ritirò dopo l'ultima cena. “... doveva rendersi in tutto simile ai fratelli, per diventare un sommo sacerdote misericordioso e fedele nelle cose che riguardano Dio, allo scopo di espiare i peccati del popolo. Infatti, proprio per essere stato messo alla prova e avere sofferto personalmente, è in grado di venire in aiuto a quelli che subiscono la prova” (Eb 2, 17-18).  

mercoledì 28 marzo 2012

Il dovere di pensare, la responsabilità di agire


Che fine ha fatto il tempo in cui si lottava in nome d’ideali, che fine ha fatto l’assiologia, la dottrina del valore, valori sani da mantenere, programmi e propositi da realizzare per il bene comune? Che fine ha fatto il tempo delle nobili oratorie ciceroniane, encomi di cultura e sapere? Di vocazionati politici, che sappiano rendere onore al senso alto della sostanza del fare, se ne ha traccia?

domenica 11 marzo 2012

Madre Maria Addolorata Luciani: dai suoi occhi la ‘passione’ che si rivela



Si schiude l’immenso del cielo quando si scorge la beltà di un’esperienza umana quale quella di Madre Maria Addolorata Luciani. In punta di piedi ci accostiamo alla comprensione di sostanziali tracce di Lei, donna profonda di ieri ma capace di comunicare immensamente oggi ciò che di sostanza è assente all’attenzione del mondo, Dio, il senso compiuto dell’amore, soprattutto il senso del sacer facere.

mercoledì 29 febbraio 2012

Infanzia violata, bambini sfruttati, una società che anela nuovo ‘sole’


Un dramma che non si arresta, e che sembra in continua crescita quello dei bambini nel mondo che sono violati, sfruttati come baby-soldati, bambini lavoratori, schiavi sessuali. Oltre un miliardo di bimbi vive in Paesi lacerati da conflitti mondiali, come in Ciad, Somalia, Sudan, Georgia, Haiti, Iraq, Libano, Costa D’avorio, Repubblica Democratica del Congo, Nepal, Myanmar, Uganda.

giovedì 9 febbraio 2012

Congiunture: Bellezza e Amicizia in San Tommaso d’Aquino



È ancora ragionevole tendere a queste peculiarità, si può nella società attuale pensarli sussistenti? 
Proviamo a dare una risposta grazie alle sollecitazione cui l’Aquinate ci conduce.

lunedì 30 gennaio 2012

La modalità simbolica: teologia e conoscenza poetica


Afferma Tommaso d’Aquino in Scriptum super libros Sententiarum, prol. q. 1, a. 5, ad 3um: “Alla terza obiezione rispondo che la conoscenza poetica si occupa di ciò che non può essere colto dalla ragione per difetto di verità, pertanto accade che la ragione venga guidata da alcune similitudini; la teologia, d’altra parte, si occupa di ciò che è superiore alla ragione. Pertanto, giacché nessuna delle due è proporzionata alla ragione, hanno in comune la modalità simbolica”.

martedì 24 gennaio 2012

Il dono della vita e la scienza


Dal momento del concepimento, la vita di ogni essere umano va rispettata in modo assoluto... La vita umana è sacra perché fin dal suo inizio comporta l’azione creatrice di Dio, rimanendo per sempre in relazione con Lui suo unico fine. …nessuno, in nessuna circostanza, può rivendicare a sé il diritto di distruggere direttamente un essere umano innocente. (Evangelium Vitae, Giovanni Paolo II).

domenica 1 gennaio 2012

Un Video per un bene senza tempo: CIRÒ. Storia, Cultura, Tradizione. Tracce di noi.


Racchiuso in un video l’elaborato del libro: CIRÒ. Storia, Cultura, Tradizione. Tracce di noi
Scrutare ciò che siamo implica il non dimenticare da dove veniamo, la delicata traccia di Noi che alberga il nostro crescere umano, il nostro essere "homines viatores". 

Nell’armonia musicale si sviluppa, in crescendo, la traccia del Percorso Storico, richiamando l’albore delle origini. 

Ci si immerge, successivamente, nella luce dei Personaggi Illustri: