domenica 12 novembre 2017

Se d'incanto la vita politica si veste

Di getto posi questioni sull’umano esistere, mentre fuori una pioggia sottile, penetrante, si confondeva nei volti della gente. Se d’incanto la vita si veste, se di virtù si riempie, se riesce a nutrirsi del silenzio rumoroso che la alberga, forse la dimensione umana riuscirà a prendere sopravvento, socialmente, politicamente.

domenica 29 ottobre 2017

È la coerenza valore discriminante nell’impegno politico?

Quaestio: è coerente la politica attuale al suo fine? È spiacevole non trovare riscontro pratico riguardo il fine alto della politica: l’essere al servizio della gente. Di fatto, la politica, sembra assolutamente votata ad una autoreferenzialità, perdutasi nella centralità di un potere da gestire per propria sussistenza, del tutto slegata e distante dalla gente.

martedì 10 ottobre 2017

La politica non coincide con il potere



In una sorta di ascesi, che ha poco di mistico, ma tanto di catartico, la politica, orfana del dato spirituale, che nobilita la sua essenza e l’agire, si è progressivamente depressa indirizzandosi in una dimensione dove il vero e il costruttivo sono dimessi oltre che negati. Ci ricorda Hannah Arendt che “nessuno ha mai dubitato del fatto che verità e politica siano in rapporti piuttosto cattivi l’una con l’altra”. L’evidenza sociale non lascia incertezze, ma è importante anche, a volte, cercare e trovare quel quid, il senso dell’opportuno, che porti in qualche modo a essere realisti oltre che capaci di ragionevolezza.

venerdì 29 settembre 2017

Chiedesi passione e etica in politica

L’attuale contesto socio politico, che sembra aver abdicato dal suo fine naturale, alza i toni piuttosto che le parole, donandosi al vano disquisire, all'irrazionalità e pare, sempre più, essersi asservito alla tiepidezza. E non finirò mai di ripetermi: la politica emotiva non è politica, l’emotività non è il soggetto della politica, soggetto della politica è l’intelletto speculativo che induce all'azione responsabile, capace sicuramente di emozionare, toccare profondamente l’anima, ma nell'esercizio pratico della “carità intellettuale”, che pone al centro della sua azione la PersonaIl consolidamento e l’arricchimento delle relazioni e delle comunicazioni tra gli individui, non solo comporta una sorta di entità sociale superiore, provvista di maggiore potere rispetto agli enti individuali, ma conferisce ad ogni singola persona una maggiore potenza di agire, di pensare, di conoscere. Ne consegue una migliore autonomia e libertà per ognuno.

mercoledì 9 agosto 2017

Politica e spiritualità: il rischio di un bene sociale

La politica, impegno civile nel mondo, nonché espressione più alta della carità, con la spiritualità, cura dell’aspetto interiore del sentire umano, costituiscono quella dimensione che, incontrandosi, rischiano di fare bene sociale. Certo unire i concetti di politica e spiritualità sembrerebbe un azzardo, tanto più oggi, in cui la politica non si mostra incline ad assumere in sé il tema della spiritualità, anche se più svariati voci, associazioni cattoliche, politici navigati e dell’ultima ora, ne evocano, ma solo a parole, il bisogno. Paradossalmente, infatti, di questo dire, intendere, evocare, non si ritrova traccia nei comportamenti quotidiani, nelle sfera dell’azione politica.

domenica 9 luglio 2017

Sociologia e Spiritualità della Comunicazione Politica

È fruibile il corso E-learning - Anselmianum: 
SOCIOLOGIA e SPIRITUALITÀ della COMUNICAZIONE POLITICA 

Il Corso si propone di analizzare e comprendere le caratteristiche e le trasformazioni del potere politico e dei suoi rapporti con la società, considera gli effetti sociali della comunicazione, i tratti e le peculiarità del flusso comunicativo, dal mezzo - nuovi media - al singolo, ai diversi gruppi sociali.

lunedì 3 luglio 2017

Gender: prerogativa di impegno in Calabria

Disposizioni contro le discriminazioni generate dall’identità di genere e dall’orientamento sessuale”, n. 251/2017, questo è il titolo della proposta di legge regionale presentata dall’on. Giuseppe Giudiceandrea presso il Consiglio Regionale della Calabria il 22 giugno u.s. Nel caso di approvazione la Calabria conquisterebbe il primato di Regione d’Italia ad avere un piano programmatico per la diffusione e l’imposizione della scuola gender. E non senza costi, soldi pubblici, per dare forza a organizzazioni che hanno di mira un’azione volta a prescrivere una visione che renda sempre più liquida la nostra identità sessuale.

martedì 27 giugno 2017

Prospettiva di pensiero politico per la società moderna

La cultura politica moderna è permeata dalla logica della separazione e della parzialità. Il linguaggio di matrice sofista, non sana i problemi reali, non aiuta a conoscere, né a capire, tanto meno a riportare la persona al centro dell’azione della politica e quindi del bene. L’idealismo assolutizza l’Io, fino ad identificarlo con tutta la realtà; il positivismo, con le sue presunzioni scientiste, all'opposto, riconduce tutta la realtà alla sola natura, mentre la metafisica si eclissa. La modernità ha frantumato l’immagine dell’uomo e, per uscire dalla crisi della modernità, occorre ancorarsi a un maturo sistema di pensiero organico, da cui trarre spunto, per ritrovare i fondamenti dell’etica, della politica, dell’educazione, e che, personalmente identifico nel Tomismo. Dal pensiero dell’Aquinate scaturisce l’idea della persona umana come entità ontologica, cioè realtà avente valore in sé, indipendentemente dalla natura, dalla società o dallo stato, che muove la sua consistenza dal rapporto con l’Assoluto. Di fatto, il recupero della spiritualità nel fare della politica, è condizione per la ripresa del valore della persona e, dunque, della rifondazione di un ordine sociale modellato sulla dignità dell’uomo.