mercoledì 9 agosto 2017

Politica e spiritualità: il rischio di un bene sociale

La politica, impegno civile nel mondo, nonché espressione più alta della carità, con la spiritualità, cura dell’aspetto interiore del sentire umano, costituiscono quella dimensione che, incontrandosi, rischiano di fare bene sociale. Certo unire i concetti di politica e spiritualità sembrerebbe un azzardo, tanto più oggi, in cui la politica non si mostra incline ad assumere in sé il tema della spiritualità, anche se più svariati voci, associazioni cattoliche, politici navigati e dell’ultima ora, ne evocano, ma solo a parole, il bisogno. Paradossalmente, infatti, di questo dire, intendere, evocare, non si ritrova traccia nei comportamenti quotidiani, nelle sfera dell’azione politica.

domenica 9 luglio 2017

Sociologia e Spiritualità della Comunicazione Politica

È fruibile il corso E-learning - Anselmianum: 
SOCIOLOGIA e SPIRITUALITÀ della COMUNICAZIONE POLITICA 

Il Corso si propone di analizzare e comprendere le caratteristiche e le trasformazioni del potere politico e dei suoi rapporti con la società, considera gli effetti sociali della comunicazione, i tratti e le peculiarità del flusso comunicativo, dal mezzo - nuovi media - al singolo, ai diversi gruppi sociali.

lunedì 3 luglio 2017

Gender: prerogativa di impegno in Calabria

Disposizioni contro le discriminazioni generate dall’identità di genere e dall’orientamento sessuale”, n. 251/2017, questo è il titolo della proposta di legge regionale presentata dall’on. Giuseppe Giudiceandrea presso il Consiglio Regionale della Calabria il 22 giugno u.s. Nel caso di approvazione la Calabria conquisterebbe il primato di Regione d’Italia ad avere un piano programmatico per la diffusione e l’imposizione della scuola gender. E non senza costi, soldi pubblici, per dare forza a organizzazioni che hanno di mira un’azione volta a prescrivere una visione che renda sempre più liquida la nostra identità sessuale.

martedì 27 giugno 2017

Prospettiva di pensiero politico per la società moderna

La cultura politica moderna è permeata dalla logica della separazione e della parzialità. Il linguaggio di matrice sofista, non sana i problemi reali, non aiuta a conoscere, né a capire, tanto meno a riportare la persona al centro dell’azione della politica e quindi del bene. L’idealismo assolutizza l’Io, fino ad identificarlo con tutta la realtà; il positivismo, con le sue presunzioni scientiste, all'opposto, riconduce tutta la realtà alla sola natura, mentre la metafisica si eclissa. La modernità ha frantumato l’immagine dell’uomo e, per uscire dalla crisi della modernità, occorre ancorarsi a un maturo sistema di pensiero organico, da cui trarre spunto, per ritrovare i fondamenti dell’etica, della politica, dell’educazione, e che, personalmente identifico nel Tomismo. Dal pensiero dell’Aquinate scaturisce l’idea della persona umana come entità ontologica, cioè realtà avente valore in sé, indipendentemente dalla natura, dalla società o dallo stato, che muove la sua consistenza dal rapporto con l’Assoluto. Di fatto, il recupero della spiritualità nel fare della politica, è condizione per la ripresa del valore della persona e, dunque, della rifondazione di un ordine sociale modellato sulla dignità dell’uomo.

lunedì 19 giugno 2017

Speranza donna: l’armonico che completa la disarmonia

Femminilità e mascolinità sono tra loro complementari non solo dal punto di vista fisico e psichico, ma ontologico. È soltanto grazie alla dualità del ‘maschile’ e del ‘femminile’ che l’umano si realizza appieno. Scrive Tommaso d’Aquino: Il mondo sarebbe imperfetto senza la presenza della donna (Iª q. 92 a. 1 ad 3). Nel divenire sociale, la tradizione del ‘femminile’, assume forme e caratteristiche diverse, anche contrastanti nell'arco dei secoli, e più sostrati si sono ramificati. Per l’Aquinate, la diversità dei sessi rientra nella perfezione della natura umana (S. Th., I, 99, 2, ad 1), e la donna avrebbe, tra l'altro, precipuo compito: la 'generazione', cosa che nessun uomo (maschio) può fare. Nella quaestio 93, art. 4, precisa che: sia nell'uomo sia nella donna si trova l’immagine di Dio quanto a ciò in cui principalmente consiste la sostanza dell’immagine, cioè quanto alla natura intellettiva. Per giungere alla definizione: donna è l’armonico che completa la disarmonia, cioè l’uomo (maschio).

domenica 30 aprile 2017

Calabria e suoi primati politici


Si parla tanto di cambiamento, a parlarne sono gli stessi che hanno determinato la necessità del cambiamento. Pongo quaestio: questa gente quando pensa di desistere dal potere? Quando cambieranno realmente le facce che ambiscono solo ai propri interessi piuttosto che al bene del territorio? Quando il pensiero politico, di costrutto, e servizio alla gente prenderà le redini del cambiamento?

lunedì 24 aprile 2017

SCIENZA POLITICA E SPIRITUALITÀ - Corso di alta specializzazione - Ateneo s. Anselmo



La specializzazione di Teologia spirituale della Facoltà di Teologia e la Facoltà di Filosofia del Pontificio Ateneo S. Anselmo, si fanno promotori del Corso di alta specializzazione in SCIENZA POLITICA e SPIRITUALITÀ.
A carattere precipuamente politico-spirituale, il Corso è volto a incoraggiare a una ripresa di valori umani, a far acquisire una consapevole autonomia di pensiero che conduca ad una edificazione dell’umanità, ad un innovato umanesimo. 

venerdì 31 marzo 2017

Oltre ogni nanitalianità, si abbia rispetto per i giovani d’Italia

Quando gli inutili idioti fanno a gara pur di apparire, manifestarsi autoreferenziali, quando provano a dare voce, con fiato corto e afono, a parole insensate e non pensate, ti accorgi che la longa manus dell’amicizia clientelare, abbraccia spudoratamente l’ambito del protagonismo politico-sociale. Inutili idioti che vivono come filibustieri, è storia propria dei nanitaliani, amebe inconsistenti, quella nanitalianità che ci fa vergognare dell’Italia, della sua storia, dei suoi valori, continuamente insultata da inconcludenti soggetti che arrancano per vivere del loro nulla essere, supportati dall'altrettanto nulla essere di chi li sostiene. E ti danno anche dritte su come trovare lavoro: “Giocare a calcetto”; ed è sempre lo stesso genio che, per continuare a godere della propria posizione di potere, senza intralci concorrenziali di potenziali talenti, afferma: “Giovani italiani vanno all'estero? Alcuni meglio non averli tra i piedi”.