martedì 23 aprile 2013

Il fascino di una favola che diventa realtà



In un mondo in cui sembra essersi perso il desiderio dei grandi ideali, dei sogni in cui credere, delle belle favole da alimentare, mondo in cui l’uomo sembra aver perso la dimensione dell’umano e dimentica che senza il ‘favore degli dei’ nulla può alimentare, diventa meraviglia, quant’anche straordinaria speranza, la ‘favola’ di una giovane certezza del Motomondiale Sandro Cortese.

La sua storia, che sa di ‘libro cuore’, non può che inorgoglire e fare assaporare la bellezza di quell’eccellenza sana, pura, che si testimonia nel mondo, eccellenza di Calabria, d'Italia e di Germania, che ci fa dire: quando si crede nel proprio talento ci si può affermare!

Figlio di emigrati in Germania, i suoi genitori sono originari di Cirò (KR), incantevole borgo della Calabria, Sandro Cortese nasce nel 1990. Comincia a dettare i passi del suo talento e passione per le corse in moto esordendo nella classe 125 del motomondiale nel 2005 con la Honda RS 125 R nel team Kiefer-Bos-Castrol Honda. Nel 2006 passa al team Elit - Caffe Latte; nel 2007 passa alla guida di una Aprilia RS 125 R rimanendo nello stesso team. Ottiene come miglior risultato quattro settimi posti in Spagna, Francia, Italia e Germania e termina la stagione al 14º posto con 66 punti. Nel 2008 è confermato nel team. Nel 2009 passa alla Derbi RSA 125 del team Ajo Interwetten. Ottiene due terzi posti in Qatar e Australia e una pole position in Olanda e termina la stagione al 6º posto con 130 punti. Corre con lo stesso team anche nel 2010. Ottiene un secondo posto a Indianapolis, un terzo posto in Germania e una pole position in Italia e termina la stagione al 7º posto con 143 punti. Nel 2011 passa all'Intact-Racing Team Germany. Ottiene le sue prime vittorie in Repubblica Ceca e Australia, tre secondi posti in Qatar, Portogallo e Malesia, un terzo posto a Indianapolis e una pole position in Spagna e termina la stagione al 4º posto con 225 punti. Nel 2012 corre nella nuova classe Moto3 con la KTM M32 per il team Red Bull KTM Ajo, e il 21 ottobre 2012 vincendo il GP della Malesia ottiene la certezza del titolo mondiale con due gare d’anticipo.

Continua a sognare e a fare sognare il piccolo Campione, salito di categoria, gareggia attualmente in Moto2, e corre con una Kalex per il team Dynavolt Intact GP.

Sogna Campione, regala alla gioventù il desiderio di continuare ad ambire alle proprie aspirazioni e a conoscere il proprio talento, sogna e regalaci altri sogni! C’era una volta un principino in sella al suo cavallo,  narra la favola, e c’è tuttora, grazie a Dio e ai ‘sognatori’, nei cuori di tutti, e con rinnovati orizzonti di gratitudine.

Sembra una favola di altri tempi, quando sognare era d’obbligo e realizzare un piacere. Bell’esempio di costrutto, di umana speranza, ennesima testimonianza che non sono le istituzioni a fare gli uomini, a nessuna latitudine, ma sono gli uomini, le persone che, con sane ambizioni e onesti propositi, sanno far brillare quelle istituzioni, a volte anche ingrate che rimangono dormienti di fronte ai fatti di buone speranze e costrutto. 

Giungono lungimiranti e piene di passionalità le parole di Eleanor Roosevelt: il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni.



Foto: Sandro Cortese

Nessun commento:

Posta un commento